Proseguono i lavori del Progetto DISCO II

European Dictionary of skills and competences

Logo progetto Disco

Logo progetto Disco

17.02.2012 - Il Servizio per la Comunicazione e Divulgazione Scientifica dell’Isfol, in collaborazione con il Centro Nazionale Europass Italia, partecipa attivamente al progetto Leonardo da Vinci “DISCO II” (European Dictionary of Skills and Competences). Il progetto prosegue e sviluppa il lavoro svolto negli anni precedenti con DISCO I, grazie al quale è stato possibile realizzare un thesaurus di 70.000 termini in 7 lingue su tematiche legate alle competenze e alle professioni. Il nuovo thesaurus, che sarà realizzato in altre tre lingue (italiano, slovacco e spagnolo) e arricchito di molteplici descrittori di competenze nei settori “Sanità”, “Servizi Sociali”, “Tutela ambientale” e “IT”, sarà implementato al fine di garantire una completa accessibilità e utilizzo degli strumenti europei per la trasparenza dei titoli e delle qualifiche (EQF, ECVET, Portafoglio Europass). Obiettivo del progetto DISCO II, infatti, è supportare gli strumenti per la maggiore visibilità delle competenze offrendo una varietà di espressioni terminologiche utili alla descrizione delle occupazioni e dei profili professionali e lavorativi che afferiscono ai diversi contesti dell’istruzione, del mercato del lavoro e delle imprese. In questo il progetto DISCO II si collega al thesaurus ISFOL concepito per l’indicizzazione post-coordinata della documentazione prodotta dall’Istituto e della letteratura scientifica specializzata sui temi delle politiche attive del lavoro, della formazione professionale e dell’orientamento (per ulteriori informazioni sul thesaurus ISFOL rivolgersi a cds@isfol.it). Il progetto DISCO II ha avviato i suoi lavori nel 2010 e si concluderà ad ottobre 2012. Per approfondimenti: http://www.disco-tools.eu

 

Logo UE DG education and culture

 

Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. L’autore è il solo responsabile di questa pubblicazione (comunicazione) e la Commissione declina ogni responsabilità sull’uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute.

Azioni sul documento